off-topic

WordPress vs Blogger

C’è una domanda che ultimamente mi passa per la testa: trasferirmi o no su WordPress?
Sono terribilmente combattuta a riguardo. Trovo che WordPress abbia molti più lati positivi rispetto a Blogger. 
I pro di di WordPress

1. Una gestione dei media integrata.  
Non so voi ma trovo che la gestione delle immagini su Blogger sia praticamente inesistente. Spesso e volentieri non riesco a trovare un’immagine già utilizzata e sono costretta a caricarla di nuovo o cercare il post in cui avevo già usato l’immagine e ricopiare il link. Ultimamente sto notando anche qualche problema: alcune immagini (che mentre scrivo il post si vedevano perfettamente) il giorno dopo spariscono.
WordPress ha una gestione dei media superiore. Quando voglio aggiungere un’immagine ad un articolo posso visualizzare le immagini caricate sul sito in precedenza oppure caricarne una nuova. 
WordPress gestisce anche le gallerie di immagini ed i video. 
2. Editor del post
Parliamoci chiaro, blogger è davvero indietro per quanto concerne l’editor di testo. Ha poche opzioni, non è facile da usare, spesso e volentieri perdo più tempo a sistemare il post (posizione dell’immagine, colore dei caratteri, scelta del font inesistente) che a scriverlo.
WordPress adesso ha un sistema di drag & drop, scelgo il componente (immagine, link, blocco di test ecc…) e lo metto dove voglio. Punto. Tutto qui. Nessuna litigata con l’editor.
3. Personalizzazioni
La scelta dei temi WordPress è pressoché infinita. Senza contare che una volta installato, il tema può essere comunque personalizzato molto più facilmente che con blogger.
WordPress permette anche di avere tipologie di layout diverse. Si potrebbe creare un layout per le recensioni (per esempio: immagine a sinistra con contenuto a destra) diverso da quello delle rubriche dove l’immagine potrebbe essere centrale. E il bello è che il layout va creato una sola volta, e poi basta assegnarlo al post nella pagina di editing.
I contro di WordPress
1. Il costo
Alcuni dei pro di wordpress sono a pagamento e richiedono che il sito sia su un server che dobbiamo gestire e pagare interamente noi. Il costo non è esorbitante, dovrebbero essere circa 30 euro con aruba.it ma mi rendo conto che per una persona alle prime armi e che non mastica l’informatica potrebbe risultare un’ostacolo. Una volta comprato dominio, si dovrebbe installare wordpress, attivare il tema e i plugin, creare i layout e finalmente iniziare a postare sul blog.
2. I lettori fissi
Non mi convince molto il sistema di WordPress per i lettori del blog. Per ovvie ragioni, su WordPress non è possibile utilizzare il widget dei lettori fissi che tutti noi usiamo su blogger. 
L’unico modo che ha il lettore per restare aggiornato sugli articoli del blog, è quello di iscriversi tramite email alla newsletter.
E questo mi frena molto. Trovo utilissimo l’elenco lettura di blogger e temo che passando a WordPress finirei per parlare da sola. In sostanza, dovrei ricominciare da zero. Senza contare che se si parla di blog letterari, instagram sembra farla da padrone. 
Grazie per avermi sopportata in questo post un pò diverso dal solito. ❤
Voi che ne pensate? Dovrei passare a WordPress?
Voi passereste a WordPress?
Non vedo l’ora di leggere le vostre opinioni.
Nym
Scritto da
Nymeria

Leggere è una necessità

8 commenti su “WordPress vs Blogger

  1. Ciao Nym! Io ho utilizzato entrambi, ma con WordPress non mi sono trovata bene. Da un certo lato lo trovo più professionale, se così vogliamo dire, ma anche poco intuitivo. Con il tempo l'ho abbandonato e mi sono dedicata solo a Blogger, che sicuramente ha i suoi difetti, ma ormai mi ci sono affezionata 🙂

  2. Ho pensato più di una volta di passare a WordPress, ma alla fine ho sempre optato per rimanere su Blogger. Il motivo di principale dubbio è anche per me quello della mancanza del widget dei lettori fissi, che comporta la paura di perdere i lettori a cui mi sono affezionata negli anni.
    Obiettivamente è forse più professionale, però non credo che ora come ora valga la pena ricominciare da capo solo per poter usufruire di più temi e/o immagini 🙈

  3. Avendo usato entrambi, la mia scelta resta Blogger. In primis per l'indicizzazione su Google che è praticamente automatica, in secondo luogo perché anche quei 30€ all'anno mi sembrano soldi sprecati per un attività che faccio per hobby e non per lavoro. Sono anche dell'idea che approcciarsi al un blog – ovunque esso sia ospitato – senza un minimo di conoscenza del html sia una cosa sciocca perché ovunque si vada è quello che si usa per "personalizzare" e non so se WordPress ha fatto passi in avanti in merito, ma nella sua forma gratuita l'editor era talmente minimo che se non si sapeva usare l'html si era persi.
    Per quanto riguarda il "template" dei post io con Blogger ne ho quello per le recensioni che compare in automatico appena clicco "nuovo post", poi ho dei post di bozza che copio per le rubriche così mi porto dietro le immagini, mentre per il WWW di settimana in settimana copio quello precedente così da spostare le copertine senza doverle reinserire.
    Se a frenarti comunque sono i follower, puoi stare tranquilla, i numeri di blogger non servono a molto. Io sono il classico esempio che è iscritto a mille blog ma ne leggo tipo cinque e per seguirli uso i feed rss.
    La nuova versione di Blogger ha portato molte migliorie nell'editor, certo, devono lavorarci ancora un po', ma basta segnalare le cose e le sistemano.

  4. Ciao Seli! Grazie per aver condiviso la tua esperienza!
    Ho deciso che non lascerò blogger. Diciamo che scrivere questo post mi è servito per mettere le idee in chiaro!

  5. Credo che il mio problema/dubbio sia che, lavorando nello sviluppo software (tra cui anche wordpress), potrei rifarmi il sito come mi pare e piace, crearmi widget, scrivere il tema da zero… praticamente mi divertire a farlo come voglio come secondo hobby. XD

    Però hai ragione, blogger non è il male assoluto e si può usare. Basta sapersi organizzare!

  6. Comunque a saperlo fare, anche Blogger è completamente personalizzabile. Alla fine ha solo dei codici "required" per far comparire le cose, ma se uno è in grado può scriversi il codice come preferisce. Se non li conosci ti consiglio di guardare SoraTemplates, è un team che crea template per Blogger e non seguono assolutamente lo schema tradizionale.

  7. Non li conoscevo! Gli darò un'occhiata. 😉

    Però resto dell'idea che l'editor di testo per creare i contenuti sia rimasto indietro rispetto ai tempi che corrono. Un bell'editor drag & drop non sarebbe male! 😍🤞

    Sui template/temi blogger ci ho messo mano ogni tanto… però continuo a preferire php 🤣🤣 La forza dell'abitudine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.