Recensione

Segreti di una notte d’Estate di Lisa Kleypas (RT)

Lisa Kleypas

 

Segreti di una notte d’Estate

Wallflowers #1

Lisa Kleyplas

Annabelle, Lillian, Evie e Daisy sono quattro giovani donne piene di speranze, sogni e timori, stanche di aspettare che l’uomo della loro vita venga a cercarle: l’amicizia le renderà più audaci e intraprendenti, e d’ora in poi si aiuteranno l’una con l’altra. Annabelle è affascinante e colta, di nobili origini, ma senza dote. E solo nelle fiabe i principi sposano le povere fanciulle, lo sa bene. Ma il suo algido orgoglio le impedisce di accettare il corteggiamento di Simon Hunt, ricco borghese e impetuoso seduttore, ben diverso dagli aristocratici che vorrebbe accalappiare. Almeno fino a quando lui non le ruba un bacio che non riesce più a dimenticare… Così inizia tra i due un gioco di seduzione e desiderio, fino a quando la mossa più imprevista di tutte, l’amore, li lascerà senza fiato.

Pur amando profondamente l’historical romance ammetto di non aver mai letto nulla della Kleyplas. La mia curiosità era tanta e la mia voglia di buttarmi a capofitto in una delle sue storie lo era ancora di più. Il motivo? E’ abbastanza semplice, ho sempre e solo sentito parole entusiaste per le sue storie. Ammetto di essermi approcciata alla lettura con un pò di timore, mi è capitato spesso di non essere d’accordo con le opinioni della maggioranza ma questa volta posso capire l’entusiasmo che accompagna sempre i romanzi di questa autrice!

Segreti di una notte d’Estate mi ha catturato! Il prologo mi aveva messo fuori strada facendomi temere per instalove, ma il primo libro della serie Wallflowers è tutt’altro. E’ uno slow burn ben scritto con quel pizzico di odio che si trasforma in amore che a me non dispiace affatto!

Annabelle è un giovane sulla soglia dei suoi venticinque anni e per questo inesorabilmente considerata una zitella fatta e finita. Non se la passo proprio bene finanziariamente e per questo deve dare il tutto e per tutto per riuscire ad accalappiare un marito in quella che sarà per lei la sua ultima Stagione. Annabelle è testarda e determinata, vede il matrimonio quasi come un’affare di stato e per certi versi può apparire un pò cinica ma la verità è che tiene molto al benessere della sua famiglia e farebbe di tutto, anche sposare qualcuno che non ama.

Per fortuna in suo soccorso arrivano altre tre giovani zitelle che stringono il patto di aiutarsi a vicenda nell’arduo compito di trovare un marito. Ho adorato il cameratismo che si forma in questo quartetto e come avrete facilmente intuito ogni libro ha per protagonista una delle giovani Allegre Zitelle, come hanno ironicamente battezzato il loro gruppo improvvisato.

Il tipo di regency proposto dalla Kleypas è diverso da quello a cui sono stata abituata a leggere ma mi è molto piaciuta la variazione sul tema che è stata una ventata di aria fresca nel mio panorama di letture! Per quanto Annabelle vorrebbe sposare un nobile deve infatti fare i conti con la presenza sempre più inevitabile della ricca borghesia, in questo caso personificata nella figura dell’imponente e dai modi quasi pirateschi Simon Hunt. Qui mie giovani signore conviene che accendiate l’aria condizionata, perché Simon Hunt con la sua lingua tutt’altro che nobile potrebbe far abbassare la pressione anche alle più forti tra noi.

La relazione tra Annabelle e Simon non inizia nei modi migliori – o forse sì? Beh, dipende dai punti di vista -, e nel corso della loro conoscenza dire che non sono mai andati d’accordo non rende l’idea. Simon Hunt è un uomo che sa quel che vuole, si è fatto da solo. In un mondo prettamente nobiliare lui rappresenta il progresso verso cui gli aristocratici devono fare i conti. Come dicevo, Simon sa quel che vuole e di da il caso che abbia messo gli occhi su Annabelle! Peccato che le sue intenzioni non siano tra le più nobili. Annabelle pensa a lui spesso come un pirata e in effetti trovo che il paragone sia più che calzante. L’alchimia tra i due è palpabile e ho spesso dovuto agitare il mio ventaglio immaginario per il troppo calore 🔥 che quei due sono in grado di emanare 🤣. Ho apprezzato particolarmente la prima parte del romanzo proprio per le scintille tra quei due. Forse all’apparenza Simon può sembrare un pò rozzo, agli occhi di una giovane zitella abituata a modi ben più galanti decisamente lo è, ma Simon ha rivelato anche un lato dolce ben celato sotto tutti quei muscoli che mi ha dato il colpo di grazia e mi ha fatto capitolare ai suoi piedi

Il mio primo approccio con la Kleypas è promosso e mi chiedo: un Simon Hunt dove lo si può trovare, di grazia? 😋

La mia opinione: 4 stelle

✭✭✭✭

Se vi ho incuriosito e volerne sapere di più vi invito a dare un’occhiata alle recensioni delle mie colleghe!

Scritto da
Nymeria

Leggere è una necessità

4 commenti su “Segreti di una notte d’Estate di Lisa Kleypas (RT)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.