blogger love project

Blogger Love Project: Crea il casting di un libro a scelta

Per chi se lo fosse perso il Blogger Love Project è un’iniziativa il cui scopo è quello di condividere il nostro amore per i blog e di scoprirne di nuovi. Con le giornate sempre più piene di impegni universitari e lavorativi, il tempo da dedicare ai nostri blog è sempre meno, così come il tempo per passare a fare un saluto ai nostri blog preferiti! L’obiettivo che ci prefiggiamo di raggiungere con il Blogger Love Project è quello di dedicare più tempo alla community dei blog. Come? Per tutta la durata dell’iniziativa vi proporremo delle tappe a tema a cui potrete partecipare anche voi con i vostri blog o semplicemente come lettori!
Tutti noi abbiamo giocato a creare l’attore o l’attrice ideali per interpretare i nostri personaggi preferiti. In questa tappa ognuno di noi potrà condividere il casting dei proprio sogni di un libri che abbiamo particolarmente amato.
Ci ho pensato su parecchio e considerando che sto attualmente partecipando al GdL de La Chimera di Praga ho pensato sarebbe stato carino fare il casting di questo libro!
Kaya Scodelario come Karou
Karou ci viene presentata come una ragazza di 17 anni col corpo all’apparenza delicato ma forte. E’ una ragazza cresciuta da mostri e di certo per poter vivere nel mondo normale è dovuta diventare presto indipendente. Trovo che la Kaya sia perfetta per questo ruolo, forse molti di voi la ricorderanno nel ruolo di Theresa in The Maze Runner!
Dave Bautista come Sulphurus
Sulphurus è l’unica figura paterna che Karou conosca. In breve vi riporto la descrizione di Sulphurus (la trovate completa qui), appena la leggerete capirete perché ho scelto lui! Sulphurus possiede le braccia e il busto di un umano muscoloso coperto da una dura pelle marrone, con gambe come quelle di un leone e con piedi uncinati. La sua testa è simile a un ariete, naso ovino e occhi da rettile. Giganti corna di montone ingiallite gli incorniciano il viso su entrambi i lati.
Ditemi se Bautista non sembra perfetto per la parte!
Tilda Swinton come Sybilis
La Swinton possiede è un’attrice singolare, l’ho sempre trovata un pò androgina e per l’aspetto flessuoso che possiede mi sembra prefetto per interpretare la donna serpente Sybilis!
Ian Somerharder come Thiago
Forse la scelta di Someharder vi potrebbe sembra un pò inusuale, ma trovo che abbia un’aspetto e una portanza tale che possa benissimo fare la parte del personaggio cattivo che tutti noi conosciamo. Thiago, vi ricordo che tra le chimere è quello che più di tutti assomiglia ad un umano, con l’eccezione di possedere zampe da lupo e una chioma bianca. Per me Ian è perfetto per la parte!
India Eisley come Zuzana
L’amica di Karou ci viene presentata come una tipetta alta non più di un metro e cinquanta ma dal carattere solare e tosto. India, che io ho scoperto anni fa in La vita segreta di una teenager americana, possiede tutte le caratteristiche di una Zuzana perfetta!
Jake Gyllenhaal come Akiva
Ho lasciato Akiva per ultimo perchè non riuscivo a trovare un attore che gli potesse rendere giustizia. Lo so, lo so, forse Gyllenhaal è aimhè un pò troppo vecchietto per la parte di Akiva ma sarebbe stato un perfetto angelo. Guardate lo sguardo, e quell’aria malinconica. P.e.r.f.e.t.t.o.
E con questo appuntamento del Blogger Love Project siamo giunti al termine!
Che ne pensate delle mie scelte? Voi chi avreste scelto?
Se anche voi avete partecipato a questa tappa del BLP fatemelo sapere nei commenti e passerò da voi a dare un’occhiata! 😉
Nym
Scritto da
Nymeria

Leggere è una necessità

12 commenti su “Blogger Love Project: Crea il casting di un libro a scelta

  1. Ho letto La Chimera di Praga l'anno scorso, se ricordo bene, però non mi aveva conquistato >_< Però con questo cast il film lo guarderei senz'altro. Soprattutto per Bautista xP

  2. Ma certo che Gyllenhaal sarebbe perfetto! L'età è un numero che non mi interessa. Datemi questo film!
    E comunque trovo che anche Eisley e Swinton siano perfette per le parti che hai scelto. Kaya Scodelario, invece, mi stupisce sempre, quindi, perché no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.