Recensione

Recensione: Pumpkinheads di Rainbow Rowell e Faith Erin Hicks

Buongiorno booklovers! Oggi spero di allietare le vostre giornate con la recensione di una graphic novel che in molti aspettavamo da tempo, Pumpkinheads!

Ho avuto la possibilità di leggere questa storia nata dalla collaborazione di due artiste, grazie all’evento organizzato da Divoratori di Libri in collaborazione con Mondadori.
 

Pumpkinheades

Rainbow Rowell e Faith Erin Hicks

Josiah è pronto a passare tutta la notte crogiolandosi nella malinconia (è un tipo malinconico). Ma Deja ha un piano: e se, invece che deprimersi, e invece della solita zuppa di fagioli alla Casetta del Mais e Fagioli, facessero il botto? Potrebbero visitare tutti gli stand della fiera. Assaggiare tutto. E forse Josiah potrebbe perfino parlare con quella ragazza carina su cui fantastica da tre anni…

Sono sicura che la maggior parte di noi conosce e ha letto almeno un libro di Rainbow Rowell, e se mi seguite da un pò forse saprete come ho una certa predilezione per le sue storie, che spesso e volentieri riguardano temi toccanti. 

D’altra parte non ho molta esperienza con gli altri lavori di Faith Erin Hicks, ma non ho trovato questa mia mancanza come un problema, dato che mi ha permesso di approcciarmi a Pumpkinsheads senza false aspettative! 

Ho trovato la storia, nata dalla collaborazione di queste due artiste, una perfetta lettura Autunnale. Non potevo chiedere di meglio. 

Non si tratta solo dei colori e dell’atmosfera che si respira pagina dopo pagina, ma anche dei pensieri a volte malinconici – perfettamente in sintonia con la stagione in corso – che prova Josiah nei confronti di un’esperienza che sta per finire e dell’incertezza di cosa succederà il prossimo anno. 

Le tavole realizzate da Faith, che ci accompagnano in questa avventura per il campo di zucche, sono adorabili, non c’è altro modo per definirle. Mi ha impressionato soprattutto la sua capacità di cogliere le espressioni umane, le emozioni che passano per i volti dei protagonisti Deja e Josiah. I due hanno un approccio alla vita totalmente di verso, se da una parte Deja prende la vita di petto e ha le idee ben precise (è un treno di vitalità quella ragazza), Josiah è molto più riflessivo e rimugina su qualsiasi cosa (e cosa ancora più importante ha un cuore buono ❤️).

La storia oltre a farci rimpiangere di non essere mai stati in un Campo di Zucche (no, d’avvero perché non ne abbiamo anche qui da noi?!), è una storia di transizione e di amicizia e su come questa possa essere un elemento a cui potersi aggrappare per gestire i momenti difficili della nostra vita, quei momenti in cui si termina una fase ma inizia un’altra con tutte le ansie, incertezze, ma anche trepidazione, che ne derivano.

Un amico c’è sempre nel momento del bisogno, e lo dimostra Deja con la sua voglia di realizzare finalmente la fantasia dell’amico su una certa ragazza dei dolcetti, e per farlo ci accompagna in una divertente e rocambolesca avventura per il Campo, senza contare tutte le prelibatezza autunnali che ci fa scoprire (anche io voglio una mela con doppia copertura di caramello).

Se avete voglia di una lettura senza pretese, leggera e frizzante e che vi permetta di immergervi nelle tinte autunnali allora Pumpkinheads è quello che fa per voi.

E comunque, Josiah è una vera testa di zucca! 😜

La mia opinione: 4 stelle
★★★★

Vi lascio con il bannerino che vi rammenta tutte le tappe future e passate ospitate delle mie colleghe blogger! 
Nym

Scritto da
Nymeria

Leggere è una necessità

15 commenti su “Recensione: Pumpkinheads di Rainbow Rowell e Faith Erin Hicks

  1. Bella recensione. Lo inizierò presto! Concordo, i disegni sono adorabili, mi piace molto Deja <3
    e voglio subito campi di zucca e mele caramellate anche qui XD
    Buone letture!

  2. Siamo in due ad aver desiderato il campo di zucche. XD No, sul serio, ora ne voglio uno (abito in campagna ma sono anni che i miei vicini hanno smesso di coltivare, potrei dare qualche suggerimento in merito, in effetti). XD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.