Senza categoria

Review Party: Il suono della neve di Alexandra Rose

 E’ finalmente giunto il mio turno per poter condividere con voi la mia opinione su Il suono della Neve. 

Un grazie infinite a Alexandra Rose per avermi dato la possibilità di leggere il suo libro in anteprima. ❤️

Titolo: Il suono della neve;
Autore: Alexandra Rose; 
Casa editrice: Selfpublishing;
Genere: Music romance; 
Data di uscita: 31 maggio 2021;
Formato: ebook e cartaceo;
Prezzo ebook: 2,99 euro;
Prezzo cartaceo: 15 euro; 

Nonostante il suo innato talento, Daisy si è sempre tenuta lontana dai riflettori a causa del suo carattere timido. Nel momento in cui poggia le mani su una tastiera, però, diventa parte della melodia e si spoglia di ogni insicurezza. Sente che tutto sta per cambiare quando la manager dei Poison Dust ascolta la sua esibizione in un pub e le propone un contratto. È l’opportunità per far conoscere al mondo la sua musica, ma è anche l’inizio di qualcosa di più. Scoprirà di dover condividere l’appartamento con l’intera band, compreso il vocalist: Yukine Kimura, dai delicati lineamenti orientali e dall’animo tormentato. Lei lo detesta da otto anni. Lui ha promesso di dedicare la sua vita esclusivamente alla musica. Ma Yukine e Daisy impareranno che il filo rosso del destino è impossibile da spezzare.

La prima cosa che mi viene in mente se ripenso a Il suono della neve è delicato

La storia di Alexandra Rose è una storia dolce che parla di seconde possibilità e di opportunità che capitano solo una volta nella vita. Daisy ha un talento per la musica ma come il suo nome evoca, è una ragazza all’apparenza fragile e con poca autostima. Ama cantare e suonare ma non ha mai fatto quel passo che l’avrebbe potuta portare al successo meritato. Forse è un personaggio difficile da capire, non è la solita protagonista cazzuta a cui si è abituati. Ma è così vera proprio per questo. Le paure di Daisy sono qualcosa che sono sicura abbiamo provato in tanti almeno una volta nella nostra vita.

Daisy è consapevole di questo suo difetto, di questo suo frenarsi per paura di non essere all’altezza, ma è anche questa sua voglia di dimostrare il suo talento e quindi di meritare l’opportunità che le è stata data, che la sprona a migliorare. Nonostante le sue paure. Anzi, sono proprio queste paure e la volontà di abbatterle che fanno di lei una persona dal coraggio invidiabile che si merita la promessa di successo che le è stata fatta. Ma di che opportunità sto parlando? Daisy decise di accettare la proposta fatta dalla casa discografica del gruppo dei Poison Dust gruppo fondato niente di meno che da suo fratello Liam. 

Ma la titubanza di Daisy dipende anche da un evento del suo passato, da qualcuno del suo passato, che l’ha ferita terribilmente e le ha lasciato una cicatrice mai rimarginata del tutto nonostante gli otto anni passati lontani l’uno dall’altra.

Yukine ha avuto un ruolo nel rendere Daisy così insicura di se ed è anche il vocalist dei Poison Dust. Ma Daisy decide di non far si che il suo passato possa impedirle un futuro luminoso e dopo tanti dubbi decide di darsi una possibilità ed entrare nella band.

Se guardiamo Yukine con gli occhi di Daisy, non possiamo che essere d’accordo con lei. È un vero stronzo, un principe orientale dallo sguardo di onice ma paradossalmente di ghiaccio. Sembra una persona imperturbabile e che non accetta che la perfezione. Per Yukine la musica e di conseguenza il gruppo sono tutto. Ci ha messo l’anima e il cuore in quel che fa. E all’inizio è davvero una persona imperscrutabile, è davvero bravo a non far trasparire nulla delle sue emozioni. Ma è anche un personaggio da scoprire che nasconde dentro di sé una tempesta emotiva che finirà per travolgerci. E lasciatemelo dire: sarete ben lieti di venire travolti.

La storia della Rose per me è promossa. Mi ha fatto sognare insieme a Daisy e soffrire insieme a Yukine. Ci sono alcuni elementi tipici dei romance nelle loro battute finali che non mi sono piaciuti particolarmente, non entro nel dettaglio per non rovinarvi nulla, ma sono cose che dipendono dal mio gusto personale e che comunque non rovinano la storia. È comunque una storia che cattura, inevitabilmente. L’ho divorata davvero in pochissimo tempo considerata la mia patologica lentezza.

È una storia che dimostra che i sogni si possono avverare, serve solo un pizzico di coraggio per vincere le proprie incertezze!

La mia opinione: 4 stelle
✭✭✭✭

Alla prossima!

Nym

Scritto da
Nymeria

Leggere è una necessità

Un commento su “Review Party: Il suono della neve di Alexandra Rose

  1. Enemies to lovers ❤️😉😂
    Sembra molto carino, gli darò un'occasione, apprezzo i protagonisti "veri" ed è bello vedere una storia in cui i sogni si avverano 😁
    Buona prossima lettura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.