Recensione

Recensione: Non so perché ti amo di Mariana Zapata

Non so perché ti amo

Mariana Zapata
Link amazonhttps://amzn.to/2LVTDiT

Jasmine Santos ha trascorso quasi tutta la vita sul ghiaccio: è una campionessa di pattinaggio in coppia. Ma, ora che il suo partner l’ha scaricata, non ha molte possibilità: per quanto sia talentuosa, il suo caratteraccio è un vero ostacolo a trovare qualcuno disposto a fare coppia con lei. Forse è arrivato il momento di dire addio ai pattini? Quando il campione del mondo in carica, Ivan Lukov, le chiede di diventare la sua nuova partner, Jasmine sa che potrebbe essere un’occasione unica e irripetibile. Il problema è che lei e Ivan non si sopportano e non fanno che litigare da quando erano adolescenti. Ma, se vogliono che la coppia funzioni, devono provare ad andare d’accordo… o almeno a cercare di non uccidersi durante gli allenamenti. Perché il pattinaggio è una questione di fiducia e per Jasmine e Ivan è impensabile vincere senza fidarsi l’una dell’altro. Se Jasmine vuole davvero tornare in pista, dovrà rimettere tutto in discussione. Persino il suo odio per Ivan.

Parto in quarta dicendo che questo libro mi è piaciuto. Tanto. Tantissimo. Ha qualche difetto che mi ha fatto storcere un pò il naso ma per cui sono disposta a sorvolare.
La protagonista è vera, autentica. Ha un brutto carattere forse ma ammettiamolo, nessuno è perfetto e il suo cattivo carattere la rende ai miei occhi ancora più reale.
Che poi difendere le ragazzine più grandi dalle bullette, parlare senza mezzi termini e senza peli sulla lingua ma soprattutto battersi periodo propri sogni sono davvero sintomi di un cattivo carattere? Lascio giudicare voi, dopo aver letto questi libro 😛.

Prediligo di gran lunga il titolo (From Lukov with love) e la cover originali, ammetto che le cover della Newton sembrano tutte uguali e travisano il contenuto del libro che sì è un contemporary romance con due protagonisti che ci fanno sudare (per questo lo inserisco nella categoria slow burn della challenge “Io leggo romance” di Rosa) ma è anche – e questa è una caratteristica che va di pari passo con la componente romance – una storia che mostra i sacrifici e la passione necessarie per ottenere il massimo in quello che si fa e che bisogna lottare per realizzare i propri sogni. Per fortuna Jasmine, o Polpetta come preferisce chiamata qualcuno…, non è sola in questa avventura. 

È stata sempre spalleggiata dalla sua meravigliosa famiglia. Meravigliosa non perché perfetta ma perché traspare l’amore e l’affetto che madre e fratelli provano l’uno per l’altro. 
E poi vogliamo parlare di un certo Ivan Lukov? Si potrebbe inizialmente pensare che i due siano la nemesi l’uno dell’altra. Non fanno altro che dirsene di tutti i colori ma sappiamo bene che questi non sono che dei preliminari… 😂😂 Scherzi a parte, all’inizio battibeccano spesso ma la verità è che hanno dei caratteri molto simili. Si conoscono da una vita ma non sono mai diventati amici, troppo presi uno dalla carriera di pattinatore affermato, l’altra dai continui allenamenti che le lasciano poco tempo libero. Ivan ci viene presentato con gli occhi di Jas, quindi non fa proprio una bella figura, ma col tempo impariamo a conoscerlo davvero e finiamo inevitabilmente per scoprire un ragazzo dolce e premuroso – e poi chi ha un porcellino come animale domestico ha tutta la mia attenzione – e pronto ad aiutare Jas, che ha sempre ammirato da lontano per la sua dedizione allo sport che entrambi amano,  nel momento del bisogno.  
Dovreste leggere il libro della Zapata? Assolutamente sì. Sia che siate amanti o meno del genere credo possa essere una lettura che non vi deluderà!
La mia opinione: 4 stelle
★★★★
Nym
Scritto da
Nymeria

Leggere è una necessità

2 commenti su “Recensione: Non so perché ti amo di Mariana Zapata

  1. Penso di non aver ancora letto nulla della Zapata ma sono curiosissima. Ottima recensione come sempre 😉 cmq anch'io preferisco cover e titolo originali, la newton fa tutto con lo stampino…

  2. Aww, sono così contenta che ti sia piaciuto! *-*
    Per me, quello che l'avrebbe reso perfetto sarebbe stato anche il punto di vista di Ivan – anche solo per un pochino. xD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.